Nel gruppo di studio, i piercing orali sono stati collegati al mal di testa e alla dolorosità muscolare, mentre l’uso della gomma è stato associato a sintomi della TMD quali mal di testa e difficoltà ad aprire bene la bocca. (Fotografia: Viktoriia Vyshnevetska/Shutterstock)

0 Comments11/gen/2016 | News Italy

resize_1452503502_uploads_images_cbee5d210e631bfe83d080ec41a84023_jpg_610x0_85

Post a commentby Dental Tribune International

Goteborg, Svezia: La gomma da masticare e i piercing sono comuni tra gli adolescenti. Tuttavia, le ricerche suggeriscono che entrambi provocherebbero un maggior attività muscolare e sovraccarico. Per approfondirne i legami, una nuova ricerca si sofferma sull’impatto che hanno le “parafunzioni” orali (tipo mordere le unghie, chewing gum o matita) sui sintomi presenti nei disordini temporomandibolari (TMD) di un gruppo di studenti delle superiori.

I dati relativi alle parafunzioni orali e ai sintomi di TMD sono stati raccolti tramite un questionario. Su 116 studenti delle Superiori svedesi, è stata condotto inoltre un esame clinico del sistema temporomandibolare e una valutazione dell’usura dentale.

Le analisi mostrano che l’86 per cento degli studenti ha masticato regolarmente la gomma e che il 14 per cento possedeva un piercing orale. Tra i “masticatori”, il 25 per cento ha riferito di farlo ogni giorno. Quanto ai sintomi della TMD, che fanno la loro comparsa almeno una volta alla settimana, il 39 per cento ha accusato mal di testa, il 18 per cento un rumore secco, il 7 per cento un dolore facciale e il 6 per cento una difficoltà nell’aprire ampiamente la bocca.

I risultati hanno inoltre dimostrato che le ragazze del gruppo analizzato ‒ che avevano più piercing orali e masticavano la gomma più di frequente ‒ hanno confermato mal di testa ricorrente, più dei ragazzi, e sintomi più gravi della TMD, nonché un maggior utilizzo di analgesici e di visite mediche rispetto ad essi.

Nel complesso, nel gruppo esaminato, l’uso della gomma potrebbe essere associato a sintomi della TMD come mal di testa, difficoltà ad aprire bene la bocca, fragilità delle articolazioni temporo-mandibolari e dei muscoli. Inoltre, i piercing orali sono stati collegati al mal di testa e alla dolorosità muscolare; mentre il mangiarsi le unghie quotidianamente è stato associato al mal di testa e all’usura dei denti.

Lo studio intitolato “Oral parafunctions, piercing and signs and symptoms of temporomandibular disorders in high school students”, è stato pubblicato il 30 novembre sulla rivista Acta Odontologica Scandinava.